Carrello

0 prod. 0,00 €

My Cart -

0 prod.
Categorie
Seriprop Quasar

Seriprop Quasar

Codice prodotto: seriprop

Seriprop
Iva Escl.: 22,60 € Iva Incl.: 27,57 €

* Campi obbligatori

Iva Escl.: 22,60 € Iva Incl.: 27,57 €
Qtà:

Pubblica Amministrazione.

Questo articolo è disponibile per Scuole, Accademie e PA, anche tramite MEPA. Leggi qui come procedere.

Dubbi o domande sul Prodotto?
Consulta le nostre risposte alle domande frequenti

Scheda Tecnica Seriprop Quasar >>


Seriprop -
Lucido per politene, polipropilene, polionda di tensione superficiale maggiore di 37 DIN, ampio range di aderenza su supporti difficili.


Aderisce a molti supporti di origine cellulosica: acetato di cellulosa in foglio, cartoncino, polistirolo (polistirene) con attenzione alla scelta dei diluenti, petg , metacrilato, compact disk, preverniciati d’alluminio ecc. Soprattutto SERIPROP è stato formulato per aderire su poliolefine: politene e polipropilene, polionda, priplack, verniciatura U.V., con tensione superficiale minima di 37 DIN

L’aggiunta del Primer per polipropilene spray 400 ml>> e del  Promotore di adesione>> aumenta la tenuta sui supporti difficili e sui nylon siliconati.

materiale serigrafia

Domande sul prodotto

Domanda su Seriprop Quasar

Ordina per Descending
(3)
  • Domanda di Giuliano, il 25/03/2019 10:14
    • Ho un problema con la tenuta del Seriprop Quasar.
      Ho stampato su delle borracce pieghevoli in PE.
      Passate in forno e fatte freddare, la stampa teneva allo sfregamento. Dopo qualche ora, sono andato a inscatolare e l'inchiostro non teneva più. Posso risolvere in qualche modo?
    • Confermo che il Seriprop è l'inchiostro adeguato per la stampa su PE, ma a condizione che la tensione superficiale del PE non sia troppo bassa.
      In questo caso il materiale va trattato prima della stampa con fiammatura, usando l'attrezzo adeguato (macchina fiammatrice).
      In mancanza di questo si può fare un tentativo aggiungendo all'inchiostro il 20% di Promotore di Adesione https://www.cplfabbrika.com/promotore-di-adesione-100-gr.html , ma il risultato non è certo: occorre fare un test.
  • Domanda di Carmine, il 29/05/2019 09:29
    • Qualche tempo fa ho stampato su portatarghe in polipropilene con il Seriprop Quasar, ma il colore non ha tenuto. Come posso fare per rendere sicura la tenuta dell'inchiostro su questo materiale?
    • Il polipropilene è un materiale di stampa molto difficile, a causa della sua tensione superficiale molto bassa.
      Le confermo che l'inchiostro adatto al polipropilene è il Seriprop, ma ll trattamento che il materiale dovrebbe subire, per garantire l'adesione dell'inchiostro, è la fiammatura, che si effettua con una attrezzatura specifica.

      Poiché la maggior parte dei serigrafi non dispone di questo attrezzo, si consigliano soluzioni alternative, di cui però non si può garantire il risultato, che dipende ogni volta dalla composizione di quello specifico polipropilene.

      Infatti da esperienze precedenti abbiamo imparato che lotti diversi del medesimo portatarghe hanno tensioni superficiali diverse e perciò accettano di più o di meno l'inchiostro.

      Le soluzioni alternative consistono, come lei ha fatto, nell'aggiunta di Promotore di Adesione all'inchiostro e nel pretrattamento del materiale con il primer spray https://www.cplfabbrika.com/promotore-di-adesione-spray-400-ml.html

      È indispensabile però, 24 ore dopo la stampa, controllare la tenuta dell'inchiostro, che sul polipropilene non è per niente certa.
      Si ottiene la certezza solo con la fiammatura.

      Parliamo della fiammatura: consiste nel portare ad alta temperatura il materiale, per la durata di pochissimi istanti.
      In teoria un cannello a gas da idraulico potrebbe svolgere la funzione, con il grosso limite che non consente di controllare né la temperatura né la durata del trattamento.
  • Domanda di Luca, il 23/03/2020 16:13
    • Volevo chiedere alcune informazioni sui vostri prodotti per serigrafia su supporti plastici, PET in particolare.

      Da quello che ho potuto comprendere, l’inchiostro che viene consigliato in questi casi è il Seriprop Quasar.

      Avrei necessità di acquistare tale prodotto nella sua versione non pigmentata, in quanto siamo già in possesso dei pigmenti da addizionare. A tal proposito, vorrei avere delucidazioni sulla differenza tra la “base trasparente” e il “gel tixotropico”.

      Inoltre, vorrei chiedere se ci siano informazioni riguardo alla stabilità termica dell’inchiostro, una volta stampato, e i prodotti consigliati per migliorare l’adesione dello stesso sul substrato, sempre che, dalla vostra esperienza, riteniate che ce ne sia bisogno.

    • Il gel tixotropico è una base trasparente particolare: molto denso in origine, diminuisce la viscosità se scaldato di pochi gradi; appena la temperatura si riduce riacquista la elevata viscosità iniziale.
      Questa proprietà è utile nella stampa in quadricromia e nella stampa di immagini o scritte in negativo, in quanto l'inchiostro, appena passato attraverso il telaio si irrigidisce e non si spande.

      Se il vostro impiego non prevede queste situazioni ritengo che la base trasparente Seriprop sia la più indicata.

      Circa l'uso dei vostri pigmenti, se usate pigmenti di derivazione metallica occorre fare attenzione: la miscela polvere/resina trasparente dopo 3-4 ore si raggruma.
      Perciò è necessario preparare volta a volta solo la quantità di inchiostro necessaria.

      Aggiungere al Seriprop la giusta percentuale di Promotore di Adesione https://www.cplfabbrika.com/promotore-di-adesione-100-gr.html è sempre utile, ma talvolta può risultare superfluo: dipende dalla esatta formulazione e tensione superficiale del PET.
      E' evidente che conviene effettuare qualche test con le due soluzioni prima di andare in produzione.

      Se i vostri stampati vengono utilizzati all'esterno può essere utile sostituire il Seriprop con l'Omnialux, per cui valgono le medesime considerazioni.

Fai la tua domanda