Carrello

0 prod. 0,00 €

My Cart -

0 prod.
Categorie
Plastisol Effetti Speciali e Additivi

Plastisol Effetti Speciali e Additivi

Codice prodotto: plastisoleffettispeciali

Plastisol Effetti Speciali 

  • - Molto elastico, lucido 
  • - Ottima resistenza al lavaggio a 60°C. 
Iva Escl.: 8,60 € Iva Incl.: 10,49 €

* Campi obbligatori

Iva Escl.: 8,60 € Iva Incl.: 10,49 €
Qtà:

Plastisol Effetti Speciali


Scheda Tecnica Plast Luminescente >>

Scheda Tecnica ML 0266  Dyno Grey >>

Scheda Tecnica MP 0231 Blister Base >>

Scheda Tecnica MV 0246 Shatter Base >>

Scheda Tecnica  MZ 0001 Fiber Bond >>

Scheda Tecnica Plast Additivo 86 >> 

 

Molto elastico e lucido.  Ottima resistenza al lavaggio a 60°C. 

Pronto all’uso. Non sono necessarie modiche della viscosità. Può essere colorato con 5% di Plast fluo per ottenere colori diversi.

Se sei interessato ad avere maggiori consigli sull'utilizzo dei prodotti Plastisol, visita la sezione dedicata sul nostro blog. 

materiale serigrafia

Domande sul prodotto

Domanda su Plastisol Effetti Speciali e Additivi

Ordina per Descending
(6)
  • Domanda di Vivi, il 06/11/2013 12:02
    • Sono interessato agli inchiostri che si illuminano al buio.

      Volevo sapere in che modo posso utilizzare il vostro prodotto fluo, con che attrezzatura e quale sigla hanno i prodotti.
    • I colori a cui si riferisce lei sono i fosforescenti, i fluo non si illuminano al buio.

      L'unico prodotto in grado di creare stampe che si illuminano al buio è il Plastisol Luminescente (non lo si vede sul sito ma lo abbiamo), in confezioni da un kg, che costa circa 78 euro.

      Il colore è il classico giallo-verdino dei colori fosforescenti.
      Le procedure di stampa sono quelle degli inchiostri a base pvc, ossia si può utilizzare un telaio con tela fino a 120 fili e va poi passato in forno o sotto termopressa per far polimerizzare e quindi fissare l'inchiostro alle fibre del tessuto.
  • Domanda di M., il 19/04/2018 11:01
    • Ho letto che l'Additivo 86 aggiunto al bianco plastisol restituisce maggiore fluidità nella stesura del colore.
      L'additivo ha anche potere essicante?
      Posso miscelare direttamente l'additivo a tutto il barattolo da 1 kg senza modificarne la durata?
      La trementina o l'acquaragia possono essere utilizzati per la diluizione?
    • L'impiego dell'additivo 86 è praticamente obbligatorio, in quanto si tratta del diluente standard per gli inchiostri Plastisol.
      Come effetto collaterale rende anche il plastisol più brillante, ma la sua funzione specifica è quella di renderlo più fluido e più facilmente stampabile ogni volta che se ne avverte la necessità.

      In quanto diluente non esiste una prescrizione nel dosaggio: si va a sensazione, quando sotto la racla l'inchiostro è troppo denso e non passa bene attraverso il telaio.

      Ai fini dell'asciugatura il prodotto non ha nessun effetto: il plastisol indurisce solo se portato alla temperatura di 160°C, con o senza diluente.
      Non ci sono inconvenienti a diluire l'intero barattolo di plastisol, ma è più prudente modificare in un barattolo a parte solo la dose di inchiostro che si prevede di utilizzare.

      A fine stampa l'inchiostro residuo può comunque essere recuperato nel baratolo principale.

      Se si è in emergenza si può diluire il Plastisol con poca acquaragia, ma potrebbero, a seconda delle stoffe, generarsi aloni durante la cottura.
  • Domanda di Alessandro, il 31/05/2018 17:31
    • L'additivo 86 serve per rendere più "scorrevoli" gli inchiostri Plastisol Amex?
    • Sì, va benissimo l'Additivo 86 per ridurre la viscosità degli inchiostri plastisol: è il prodotto specifico per questo impiego.

      Le consiglio di aggiungerlo poco alla volta, mescolando: ne basta poco per ottenere l'effetto desiderato.
  • Domanda di Albino, il 27/06/2018 10:04
    • Ho provato a stampare con il bianco delle t-shirt di colore blu, ma nonostante due prove con inchiostro puro e poi diluito con Additivo 86, la stampa non risulta bianco pieno. Come posso risolvere?
    • Benché il colore bianco plastisol sia molto coprente, tuttavia non è pensabile possa coprire in modo uniforme un fondo blu, con una sola passata.

      Non mi specifica a quanti fili è il telaio che sta utilizzando, comunque per questo tipo di lavoro si consiglia una filatura di 55 fili/cm.

      La tecnica efficace è la seguente.
      - si fanno 2-3 passate di racla rapide e leggere
      - si alza il telaio
      - si asciuga parzialmente con termopistola o, meglio, con cappa flash
      - si abbassa il telaio
      - si ripetono 2-3 passate di racla, come sopra

      a questo punto il bianco risultante è uniforme e brillante, in quanto il primo strato di colore, asciutto, ha fatto da base al secondo.
      E si può polimerizzare definitivamente la stampa, con termopressa o con forno.

      Questo metodo, denominato "revolver" è tipico per ottenere una coprenza ottimale stampando su fondi scuri.
  • Domanda di Christian, il 10/07/2018 13:16
    • Se uso un inchiostro plastisol coprente, la stampa mi risulta spessa ma non rigonfiata. Come posso fare per ottenere un effetto rigonfiante?
    • Per ottenere le stampe rigonfianti si aggiunge al plastisol l'Additivo UP.

      L'additivo viene aggiunto all'inchiostro in proporzioni dal 5% al 20%, a seconda del grado di effetto che si desidera ottenere.
      Si consiglia di stampare a basso numero di fili (34 fili/cm) per ottenere un effetto sensibile.

      L'inchiostro si stampa normalmente; sotto l'effetto del calore, durante la polimerizzazione, si ottiene il rigonfio.
  • Domanda di Giuseppe, il 13/07/2018 10:50
    • Uitilizzando inchiostro Amex oro (gold glitter) perdo i glitter dopo 1 lavaggio.
      Ho utilizzato termopressa 30 sec senza pressare ad una distanza di circa 4 mm, a temperatura 160gradi.
      Come risolvo?
    • 160°C per 30 secondi con piastra distante 4 mm sono decisamente pochi: il plastisol non polimerizza.
      In più per trattenere il glitter immagino che lo spessore del plastisol depositato sia notevole.

      Le suggerisco di portare la temperatura della pressa a 180°C e di aumentare il tempo a 600 secondi: dovrebbe andare molto meglio, ma sarà comunque il caso di effettuare un lavaggio di prova.

Fai la tua domanda